Vasche riabilitative

L’idroterapia ha origini antichissime; già dagli scritti di Cicerone si può intuire come le pratiche idroterapiche (docce, bagni totali e parziali) fossero importanti presso i Romani che diedero loro un forte sviluppo tramite una capillare diffusione di terme e installazioni balneari.

Questo sistema di cura basato sull’acqua permette di affrontare varie fasi riabilitative, sia in preparazione ad un eventuale intervento chirurgico, sia nel post intervento che nel lavoro quotidiano di recupero funzionale su molteplici patologie, sia acute che croniche.

Idroterapia: quali sono i benefici

L’acqua riduce il peso del nostro corpo, ha un effetto miorilassante e riduce lo stress sulle varie strutture anatomiche coinvolte nel movimento; la pressione idrostatica permette un miglioramento del ritorno venoso e la resistenza offerta è una resistenza accomodante (questa dipenderà dalla velocità di esecuzione dell’esercizio e dalle capacità residue del paziente).

Per questi motivi e per molti altri, il trattamento riabilitativo in acqua ha assunto un ruolo sempre più importante.

Terapia in acqua

Noi di Kineo, grazie all’esperienza maturata nel settore fisioterapico, riabilitativo e sportivo, progettiamo e realizziamo vasche riabilitative terapeutiche, ponendo la massima attenzione alle esigenze specifiche dei pazienti ed alle aree messe a disposizione dal centro committente e utilizzando le migliori tecnologie del mercato.

Tutto ciò si traduce in economicità di esercizio dell’impianto, sicurezza per il paziente, semplicità di mantenimento dei parametri chimici.

Diversi tipi di vasche riabilitative

I tecnici valuteranno i layout del centro e proporranno una zonizzazione dei vari settori al fine di ottimizzare tutti gli spazi, fornendo la migliore risposta e rendendo logici i percorsi di ingresso ed uscita dall’ambiente vasca (percorsi asciutti e percorsi umidi).

Possono essere realizzate vasche in muratura o in pannelli prefabbricati in acciaio inox, vasche interrate, parzialmente interrate o fuori terra. Queste ultime, in ambito riabilitativo, sono sicuramente da preferirsi alle precedenti per rendere il rapporto terapista/paziente ottimale.

Accessori per l’idroterapia

Numerosi sono gli accessori da poter inserire per sfruttare al massimo le potenzialità dell’impianto idroterapico:

  • mancorrenti perimetrali e di ingresso in vasca,
  • spalliere in inox,
  • impianto di nuoto controcorrente,
  • idromassaggi,
  • fari di illuminazione subacquea,  
  • impianti automatici di mantenimento parametri chimici,
  • sollevatori.

Resta aggiornato sulle novità e sui nostri corsi: iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti ora